Piovono scimmiette

Era il Maggio 2014 e scrivevo questo post sui pessimi annunci di lavoro che si trovano nel dorato mondo delle Startup innovative che, ricordiamolo che fa bene, spesso non sono altro che web agency che fanno siti web per auto sostenere un progetto imprenditoriale, che purtoppo stenta a decollare. Ci sono alcune startup di successo anche qui da noi, ma non è questo il topic di oggi.

Photo by O.Cartu.

Era il Maggio 2014 e scrivevo questo post sui pessimi annunci di lavoro che si trovano nel dorato mondo delle Startup innovative che, ricordiamolo che fa bene, spesso non sono altro che web agency che fanno siti web per auto sostenere un progetto imprenditoriale, che purtoppo stenta a decollare. Ci sono alcune startup di successo anche qui da noi, ma non è questo il topic di oggi.

Ieri, da qualche thread su Facebook, spunta fuori un annuncio di lavoro di un noto acceleratore di startup, LUISS EnLabs. L’annuncio ha attirato su di sé, giustamente, tonnellate di critiche sia per i requisiti richiesti che per lo stipendio.

A me è sorto il dubbio, leggendo uno dei punti che Coppola richiede ai malcapitati junior che volessero inviare un file pdf nomecognomeCV.pdf che altrimenti non lo legge, che sia un’enorme supercazzola fatta appunto per denigrare questo tipo di annunci e per far parlare un po’ del suo acceleratore. Ci sta. Quindi do il beneficio del dubbio, se è una mossa di marketing e l’obbiettivo era basta che se ne parli allora è stato abbondantemente raggiunto.

Undici punti, undici

Quello che si chiede, per la ricerca di 3/4 figure di professionalità junior quindi senza particolare esperienza è molto preciso. Vediamo insieme.

Ottima conoscenza dell’inglese, perché si richiede al candidato di intervenire come speaker o panelist ad eventi internazionali di qualità.

Basta già questo punto per bollare l’annuncio come carta straccia. Se uno partecipa come speaker o panelist ad un evento internazionale significa che ha le palle che fumano e che ha qualcosa da dire. Se ha qualcosa da dire, si basa sull’esperienza che ha fatto. Se ha fatto esperienza non può essere un junior.

Capacità di lavorare in autonomia producendo risultati impeccabili.

A un junior chiedi autonomia? Uno che si affaccia sul mondo del lavoro? Perché di questo stiamo parlando. Un ragazzotto sui 25 anni di media deve essere autonomo e produrre deliverable impeccabili. Al junior almeno è garantito che il datore di lavoro abbia i piedi per terra e non si perda in voli pindarici?

Non saprei rispondere, ma il pezzo tra parentesi del punto due è degno della supercazzola di Amici miei.

“(l’ambiente è caratterizzato da una velocità tale da impedire un controllo effettivo dei processi, ma al contempo è richiesta sempre una delivery di qualità superiore).”

Antani, come se fosse, scappellamento a destra con la trascendente.

Precisione e affidabilità: non stiamo cercando persone che facciano il lavoro bene al 99%

Questo è il punto che mi fa dubitare sia un annuncio serio, e che invece Coppola abbia voluto supercazzolare.

Scenario A. Non è un typo, quindi Coppola cerca junior precisi ed affidabili ma possono anche non fare il lavoro bene al 99%. La frase non vuol dire un cazzo.

In questo scenario, Coppola ci ha antanizzato e lo scopo era sollevare un gran polverone e basta. Riuscito.

Scenario B. E’ un typo e quindi quel non è in realtà un noi. La frase non è applicabile ad una persona con poca o nulla esperienza. Annuncio bollato come mega banfa. Un po’ come gran parte del dorato mondo delle startup innovative, settore secondo solo ai banfa della sicurezza cibernetica.

Un CV di max 2 pagine, tassativamente no Europass. Una lettera motivazionale di max 1 pagina.

Su questi punti concordo. I CV con template pre impostato hanno rotto un po’ il cazzo.

Seguno un po’ di punti legittimi per poi arrivare alla chiosa finale.

Se informatici, una vera passione per l’informatica, tale per cui quando non lavorate (e lavorerete tanto) passate un sacco di tempo a programmare e a leggere di programmazione.

Se non informatici, una vera passione per il mondo dell’innovazione e della tecnologia.

Leggendo questi punti, qualcuno riesce a spiegarmi con buone maniere cosa cazzo dovrà fare in Luiss enlabs un junior selezionato? Lo sviluppatore? Il mentore per startup? Lo speaker? Il tecnologo? Le fotocopie? Cosa, per dio, cosa!?!

Ci piacciono le persone che hanno l’ambizione di salire sul palco e parlare ad un pubblico, ma che capiscono che prima di farlo hanno bisogno di imparare e fare sul serio le cose e che non basta averle lette su un libro.

Un attimo… fermi tutti. Ma se io leggo i punti precedenti capisco che il candidato deve essere autonomo, preciso, affidabile, senza esperienza, con una padronanza dell’inglese tale da essere speaker ad eventi, attitudine anche richiesta qui, dove però si dice che il candidato deve capire che prima di salire su un palco deve imparare. Ma se una persone è autonoma e precisa, di fatto cosa deve imparare secondo Coppola?

Ma cosa offre Coppola per tanto ben di dio che, occorre essere chiaro, non si capisca cosa dovrà andare a fare.

Un contratto di un anno di formazione (la retribuzione media durante l’anno è di 800EUR mese netti) a cui seguirà l’assunzione a tempo indeterminato con un RAL di poco inferiore ai 24.000EUR, più premi. Ogni anno è previsto uno scatto di stipendio (se meritato).

I miei grandi cocones. Addirittura 800€ netti al mese (in media, potrebbero essere anche di più o di meno) con un contratto di un anno di formazione. Ovvero, scavalchiamo il periodo di prova… ti offro di fare l’apprendista con me, anche se hai già l’esperienza per fare lo speaker ad eventi internazionali. Poi, seguirà un’assunzione con una RAL… rullo di tamburi, di poco inferiore a 24K lordi all’anno.

Con premi… e con uno scatto di stipendio, ma solo se meritato. Sulla base di KPI precisi immagino… come il numero di buzzword che si spareranno agli eventi.

Imparare un sacco di cose in poco tempo.

Questo caro Coppola è ovvio che lo offri, perché cerchi un apprendista e quindi hai il sacrosanto dovere di insegnare. Ma sappiamo tutti che questi 3/4 malcapitati saranno schiavi sottopagati che probabilmente lavoreranno 12/13 ore al giorno nella vana speranza di entrare nelle grazie di persone influenti per vedere la propria Startup portata in auge.

Off by one

Questo ragionamento ricorda molto il clientelismo che ha distrutto la nostra società. Mi arruffiano il potente per avere privilegi. Non emergo perché valgo, emergo perché sono il lacché di una persona influente.

Se questa è l’italia dell’innovazione, il minuscolo è voluto, tanto meglio stare assieme alle scimmie. Almeno sai che se ti tirano merda, poi almeno ti spulciano.

Enjoy!

comments powered by Disqus